Quando andare in Myanmar – Consigli sul clima e come vestire

Reading Time: 7 minutes

Dire che il Myanmar, ex Birmania, sia uno dei paesi più belli di tutto il Sud Est Asiatico è poco. Il Myanmar è oggi uno dei più autentici paesi orientali dal punto di vista culturale e naturalistico a causa della sua chiusura verso l’esterno e la modernizzazione. I governi dittatoriali militari che si sono susseguiti nel tempo hanno permesso al paese di non subire influenze dall’esterno e hanno fatto in modo che il Myanmar restasse legato fortemente alle sue tradizioni. È vero, si tratta comunque di regimi dittatoriali e penso siano sempre sbagliati. SEMPRE. Se ti stai chiedendo quando andare in Myanmar lo vediamo insieme in questo articolo.

Quando andare in Myanmar
Instagram @natgeotravel

Cosa vedere in Myanmar

Il viaggio in Myanmar è uno di quei viaggi che va fatto almeno una volta nella vita. Durante la mia permanenza in Asia ho avuto la fortuna di passare qualche giorno a Yangon, anche se avrei voluto che il mio tempo qui fosse più lungo. Con Yangon non è stato amore a prima vista ma non vedo l’ora di tornare da quelle parti e girare in lungo e in largo questo paese ancora così autentico e spettacolare nonostante l’apertura sempre maggiore nei confronti del turismo.

Se vi state chiedendo cosa ci sia da vedere in Myanmar, bhé. Dalla valle di Bagan (che può essere sorvolata in mongolfiera) alle pagode Shwedagon e Kyaiktiyo, da Mandalay ai trekking nelle zone di Kalaw o Pindaya. Ma il Myanmar è anche mare. Affaccia, infatti, sul mare delle Andamane e potrete rilassarvi sulla sua spiaggia più famosa, Ngapali. Spiaggia dalla sabbia bianca come talco e acqua cristallina.

Io credo ci siano anche altre ragioni per visitare questo splendido paese dai paesaggi incontaminati. La cultura e le tradizioni, il contatto con le popolazioni locali, i sorrisi sinceri delle persone che accolgono con vera felicità nel cuore. Un viaggio in Myanmar sarà un viaggio all’interno di voi stessi. 

Quando andare in Myanmar: Il clima 

Va detto, innanzitutto, che quando andare in Myanmar dipende sempre dal periodo delle ferie. E potrebbe non essere il periodo migliore. Il clima del Myanmar è di tipo tropicale. Presenta, quindi, una stagione secca tra dicembre e marzo e una stagione umida tra maggio e ottobre. Durante la stagione secca le precipitazioni sono quasi assenti e le temperature alte. Per questo motivo i mesi perfetti per un viaggio in Myanmar sono quelli invernali, da dicembre a febbraio. 

Importante è evitare i mesi durante i quali il paese viene colpito dai monsoni, cioè giugno, luglio e agosto. In questo periodo potrete dedicare la visita alle zone interne ed evitare le coste che spesso sono colpite da monsoni che possono evolversi anche in tifoni. Nelle zone centrali e a nord il clima è sicuramente più fresco, soprattutto durante la notte. 

Tra le due stagioni vi sono due periodi di “transizione” in cui le temperature possono essere alte o basse. Il periodo che va tra marzo e maggio è quello in cui si registrano temperature tra le più alte, anche con picchi di 40°. Mentre i mesi tra ottobre e dicembre sono i più freddi. Comunque c’è da dire che i mesi invernali corrispondono all’alta stagione quindi vi è un afflusso maggiore di turisti e, ovviamente, i prezzi possono essere più alti e potreste aver bisogno di prenotare in anticipo le vostre sistemazioni. 

Quando andare in Myanmar: il sud

La zona sud, anche questa perfetta durante i mesi invernali, comprende l’area della città di Yangon, la zona di Kyaiktyo, dove vi è la roccia gigante ricoperta d’oro, la zona del Kalaw dove è possibile fare dei trekking di più giorni o la zona del Lago Inle. Il Lago Inle è famoso per i pescatori che remano con una gamba. Quando si visita questa zona, così come quella di Kalaw, è consigliato portare con sé abbigliamento pesante per la sera o mattina presto in quanto le temperature possono scendere anche di molto.

Portate con voi una felpa, una giacca e un foulard. Se uscirete presto al mattino per un’escursione in barca sul lago mi ringrazierete per il consiglio. Nel periodo tra dicembre e febbraio il lago registra temperature piuttosto piacevoli, intorno ai 25° di giorno, ma di notte può esserci una forte escursione termica con temperature di qualche grado sopra lo 0. 

Escludete i trekking nella zona di Kalaw durante la stagione delle piogge perché le strade, di terra, potrebbero diventare fangose e impraticabili. 

Instagram @diariodoviajantept

Quando andare in Myanmar: il centro 

Questa zona è calda tutto l’anno e presenta piovosità molto bassa. Va fatta attenzione comunque ai mesi estivi perché le temperature possono essere davvero troppo alte e potrebbero rendervi difficile la visita delle attrazioni! Cosa vedere in questa area? Mandalay, il cuore tradizionale del paese da cui potrete effettuare diverse escursioni nella zona circostante ricca di pagode. Oppure la splendida Bagan, famosa per le tante pagode da cui osservare il sole nascere o morire. La temperatura media registrata a Mandalay nei mesi che vanno da marzo a luglio è di circa 38°. Resta comunque alta anche nei mesi successivi, intorno ai 30°. Per quanto riguarda Bagan sono ottimi i periodi freschi (quelli compresi tra maggio e gennaio). 

Quando andare in Myanmar
Instagram @your_passport

Quando andare in Myanmar: il nord 

Il periodo migliore, anche in questo caso, va da novembre a maggio. Questa è, sicuramente, la zona più difficile da visitare. Sappiate che ogni spostamento richiederà molto molto tempo. D’altronde il Myanmar è così, un paese che va visitato lentamente per godere appieno delle sue bellezze. I trasporti in generale richiedono molto tempo. Un esempio? Se decidete di raggiungere Mandalay o Bagan in autobus da Yangon sappiate che impiegherete almeno 10 ore. Da Bagan a Mandalay circa 8. Insomma, come potete capire impiegherete molto tempo per raggiungere qualsiasi punto del paese, a meno che utilizziate i voli interni, cosa che farà lievitare il vostro budget. Nel nord le temperature sono più basse che altrove, trovandosi qui le vette Himalayane. Per questo portate con voi attrezzatura e abbigliamento tecnico. 

Quando andare in Myanmar

Come vestire in Myanmar: cosa mettere in valigia 

Come vi ho spiegato nell’articolo, le temperature in Myanmar sono piuttosto alte tutto l’anno quindi portate con voi vestiti leggeri, magari di lino e cotone. Vi aiuteranno a non morire di caldo pur essendo coperti. Il Myanmar è un paese ancora fortemente legato alle tradizioni. Evitate canottiere, vestiti corti, shorts o minigonne. Ma prediligete vestiti lunghi almeno a metà polpaccio, scarpe comode (vi verrà chiesto di toglierle nel visitare le pagode) e un foulard da mettere sulle spalle quando visitate i luoghi di culto. 

Io vi consiglio di acquistare un Longyi, una gonna lunga tradizionale che viene indossata sia dagli uomini, sia dalle donne. Si tratta di una gonna che si chiude a portafoglio ed è perfetta per le alte temperature perché mantiene comunque freschi. Ne trovate di tutti i colori e con tutti i disegni che volete…io li adoro! L’importante è rispettare le usanze e non mettere a disagio la popolazione locale con abiti poco adatti al paese. È importante poi ricordare che se vi recate nelle zone di Kalaw o del Lago Inle dovrete portare con voi degli abiti pesanti per la notte perché, come vi ho già anticipato, le temperature possono scendere anche di molto. 

Ricordatevi delle scarpe adatte al trekking se decidete di fare questo tipo di escursioni e abbigliamento tecnico. Fondamentale, viste le alte temperature, è la protezione solare. Se non ne avete con voi potreste provare il Thanaka, una crema di origine vegetale giallognola usata dalla popolazione locale. Vi capiterà di vedere molte donne con segni sul viso realizzati con questa crema che fa da protezione. E vi capiterà di vederla presso delle bancarelle sulle strade delle cittadine, io l’ho vista a Yangon ma non l’ho provata. 

Cosa vedere a Yangon

Cose indispensabili da portare in Myanmar

Essendo il Myanmar un paese ancora piuttosto chiuso verso l’esterno può capitare di avere difficoltà nel reperire alcune cose che vedremo insieme nel dettaglio. 

Tra le cose che io reputo indispensabili vi sono: 

  • i medicinali, tra cui antipiretici, quelli per disturbi intestinali o gli antibiotici difficilmente reperibili in loco;
  • togliendo i saponi è piuttosto difficile trovare in Myanmar i prodotti che usiamo abitualmente (come ad esempio i tampax);
  • un adattatore per la corrente (in generale vi è difficoltà nel trovare qualsiasi cosa di elettrico);
  • una torcia o una lampada, utile quando vi ritroverete a girovagare in bici senza luci o quando mancherà la corrente elettrica;
  • salviette igieniche e copri-water da usare nel caso in cui l’igiene non sia il massimo;
  • scarpe comode per il trekking;
  • infradito o sandali da togliere facilmente all’ingresso dei luoghi di culto;
  • un k-way per coprirvi in caso di pioggia; 
  • una cintura portasoldi e uno zainetto in cui mettere le cose di valore da portare con voi; 
  • spray antizanzare; 
  • occhiali da sole e cappello;
  • ricette mediche se si viaggia con molti medicinali; 
  • fotocopie dei documenti e soldi in contanti soprattutto per la visita della zona di Mandalay e Bagan;
  • macchina fotografica e schede di memoria in più per scattare foto indimenticabili. 

Il mio articolo su quando andare in Myanmar vi è stato utile? Lasciate un commento e salvatelo su Pinterest! Sapete che potete seguire le mie pagine social Facebook e Instagram per restare sempre aggiornati sulle prossime avventure e nuovi articoli? 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: 

Comments

  1. Il Myammar è uno dei posti che sogno da tanto tempo, effettivamente però le ferie di Agosto cascano in un periodo poco adatto. Le tue foto sono bellissime e hanno rafforzato la mia voglia di visitare quei luoghi, e i tuoi consigli utilissimi soprattutto quelli per l’abbigliamento nelle varie zone

  2. Che immagini meravigliose!!! Non ho mai considerato questo Paese, ma dopo aver letto questo post sono incuriosita a visitarlo! Un mio conoscente ora sta scoprendo il Myanmar… spero che non becchi i monsoni!! Mi ricorderò del periodo ideale per visitare questo stato… casomai durante le vacanze natalizie o tra gennaio e febbraio, quando ho delle ferie 🙂 Grazie intanto per questo articolo 🙂

  3. Molto interessante il tuo post! Non avevo considerato questa meta prima di leggere la tua esperienza che mi ha incuriosito moltissimo.

  4. Qualche mese fa, mentre decidevo le ferie estive ero indecisa tra Myanmar e Cambogia. Alla fine ha “vinto” la seconda, non me ne sono pentita, ma il Myanmar è ora in cima alla mia lista, è l’unico stato che mi manca di quell’aerea di Asia. Mi piace quando dici che questo è un paese che va vissuto con lentezza, per poter goderselo appieno…è una tipologia di viaggio che sto cercando di intraprendere sempre più.
    Molto utile le informazioni riguardo l’abbigliamento, è molto importante per sapere cosa mettere in valigia e portare rispetto ai luoghi che si visitano.

    1. Ciao Martina! 🙂 Grazie per il tuo commento! Mi fa piacere tu abbia trovato interessante il mio articolo…e ti auguro di visitare presto il Myanmar!

  5. Il sud est asiatico per me è come una calamita e mi piacerebbe moltissimo visitare il Myanmar. Fino adesso ho avuto sempre ferie in agosto perciò non ci sono ancora stata, ma chissà, in un futuro magari potrò scegliere un altro periodo per andarci.
    Grazie per le info, sempre utili quando si viaggia in paesi così lontani e diversi 🙂

    1. Ciao Elisa 🙂 Grazie a te per il commento! Si, il Myanmar è un paese meraviglioso…Spero di tornare presto da quelle parti!

Lascia un commento

EnglishItalian