Dormire in un riad in Marocco

Dormire in un riad in Marocco
Reading Time: 5 minutes

Dormire in un riad in Marocco è davvero una bellissima esperienza che, se si viaggia in questo angolo di mondo, occorre fare! Dormire in un riad, infatti, permette di assaporare l’essenza della cultura marocchina e la bellezza delle sue architetture. In questo articolo vi spiegherò perché dovreste dormire in un riad in Marocco, cos’è un riad e le sue caratteristiche.

Cos’è un riad?

Il riad è una abitazione tradizionale marocchina e la parola “riad” deriva dal plurale arabo di “giardino” (rawd). Perché giardino? Perché il riad è costruito proprio intorno a uno o più giardini/cortili interni. Quando ho visto per la prima volta un riad non ho potuto non pensare alle antiche ville romane. Anch’esse infatti erano realizzate attorno ad un cortile interno dotato di una vasca al centro. Molti riad abbandonati e decadenti dagli inizi del 2000 sono stati ristrutturati e la loro bellezza e l’afflusso di turisti li ha resi ormai famosi in tutto il mondo. 

Dormire in un riad in Marocco

Dormire in un riad in Marocco: La sua “segretezza” e il cortile.

Una delle particolarità più impressionanti dei riad è la loro “chiusura”. Presentano mura alte e impenetrabili e sono quasi totalmente privi di finestre o aperture verso l’esterno, a conferma della riservatezza della famiglia marocchina. Alle donne in particolar modo era vietato di guardare fuori dalla finestra per la possibilità di essere viste (essendo le case attaccate le une alle altre), quindi tutto si svolgeva nella completa segretezza della casa. Una volta varcata la porta d’ingresso verrete, però, catapultati in un luogo da “Mille e una notte”.

Una fontana o una piscina caratterizzano il cortile di un riad. Attorno al cortile si sviluppano le stanze ed era qui che si svolgevano le attività “all’aperto”. Importante che il riad abbia una piscina o una fontana, altrimenti avrebbe il nome di “dar”. Il cortile oggi rappresenta il luogo dove potersi rilassare e godere della tranquillità. È spesso arredato con poltrone e tavoli dove poter degustare dell’ottimo thè alla menta ed è arricchito da piante e fiori. 

Provate a rilassarvi nel cortile e a respirare quella sensazione di pace e calma dopo aver passeggiato ed esservi persi nella confusione della Medina. Appena chiusa la porta tutti i rumori e il vociare sembreranno quasi scomparire. L’unico suono che sentirete entrare sarà quello del muezzin che cinque volte al giorno richiama i fedeli alla preghiera. Ma tranquilli, se avete il sonno pesante come me, quando canterà alle sei del mattino non lo sentirete. 

Un luogo accogliente e dove sentirsi a casa: 

Dormire in un riad in Marocco è una bella esperienza. I riad sono caratterizzati da poche stanze in quanto vecchie dimore familiari e si trovano all’interno della Medina. Per raggiungerli dovrete passeggiare tra i vicoli stretti e pieni di vita e una volta arrivati sarete accolti dal proprietario o dal manager. In molti casi i riad sono stati acquistati da stranieri che li hanno trasformati in strutture da sogno e la loro gestione a volte viene affidata ad un manager marocchino. I riad sono molto accoglienti e qui vi sembrerà quasi di essere a casa. Merito anche del proprietario/manager che vi accoglierà coccolandovi sin da subito con un tradizionale the alla menta e pasticcini

Dormire in un riad in Marocco

La terrazza e i servizi:

Ogni riad ha una terrazza da cui potrete godere del panorama sui tetti della Medina. Le terrazze dei riad in genere sono arredate con sdraio, piante, fiori e tavoli dove poter gustare una buona colazione marocchina al mattino o la cena. Attenzione però perché se scegliete di cenare nel vostro riad dovrete in genere accordarvi al mattino sulla scelta dei piatti che desiderate mangiare. Questo perché alcuni dei piatti della cucina marocchina (tra cui le ottime Tajine) richiedono tempi di cottura abbastanza lunghi e, a meno che siano già pronti, non possono essere preparati sul momento. 

Tra i servizi che i riad offrono ci può essere l’hammam, il servizio biglietteria e banco escursioni, il servizio di noleggio auto, il transfer andata e ritorno per l’aeroporto. Ovviamente questo dipende molto dal tipo di riad in cui si sceglie di soggiornare. I riad lussuosi offrono una comodità maggiore, anche se è difficile scegliere in base alla categoria. I riad, infatti, non sono affatto divisi in categorie come gli hotel. Per fare la scelta migliore occorre sempre valutare bene le foto, i servizi offerti e le tipologie di camere presenti e le recensioni degli altri ospiti. Ma mi raccomando, non fatevi influenzare troppo dalle recensioni che trovate online perché ogni viaggio è soggettivo e ognuno di noi quando viaggia ha aspettative differenti. 

Dormire in un riad in Marocco

Dormire in un riad in Marocco: è comodo oppure no?

Dormire in un riad può essere comodo o meno. Va premesso che se state cercando una struttura dotata di tutte le comodità classiche di un hotel il riad potrebbe non essere la scelta migliore. Questo può riguardare, ad esempio, i “rumori”. Le poche stanze sono tutte disposte intorno al cortile interno. Qui si rilasseranno per due chiacchiere altri ospiti, viene servita la colazione o la cena, c’è la reception, quindi i rumori sono più che normali, anche piuttosto presto al mattino. Se cercate un posto dove poter riposare in assoluta pace in una camera super insonorizzata forse un hotel fa più al caso vostro. 

La posizione del riad: 

Quando si sceglie un riad occorre fare particolare attenzione anche alla sua posizione. Sappiate che non troverete riad in ogni città in Marocco. Questi sono diffusissimi soprattutto in città come Marrakech, Fès o Rabat. Scegliete quello più vicino alle attrazioni principali che avrete inserito nel vostro itinerario, in modo da non dovervi perdere tra i mille mila vicoli della Medina. Ad esempio a Marrakech l’ideale sarebbe scegliere di alloggiare entro 10 minuti a piedi dalla piazza principale, Jamaa El Fna. I riad che ho scelto io si trovavano in pienissimo centro, uno a 5 minuti a piedi dalla piazza, l’altro direttamente su di essa. Cosa volere di più? 

Dormire in un riad in Marocco

Perché, quindi, scegliere di dormire in un riad? 

Dormire in un riad in Marocco è senz’altro una bellissima esperienza che permette di conoscere la cultura marocchina. La cultura marocchina dell’accoglienza ad esempio. Permette di esplorare e vivere la Medina, come quella famosa di Marrakech dove ho soggiornato in due differenti strutture di cui vi parlerò presto. Di entrare in contatto con la gente del posto e di farsi travolgere da suoni, odori e colori che difficilmente vivreste così appieno scegliendo un hotel moderno in periferia. Quando tornerò in Marocco, perché so che lo farò presto, sceglierò ancora e ancora di vivere l’esperienza del riad. Ho potuto provare riad da sogno, abbastanza lussuosi a prezzi non troppo proibitivi e posso assicurarvi che è un’esperienza che va fatta, assolutamente! E poi, ammetto di essermi innamorata delle architetture e del design marocchino! Succederà anche a voi, ne sono sicura. 

Se il mio articolo ti è sembrato interessante convidilo con altri viaggiatori sulle tue pagine social utilizzando le icone in basso. E non dimenticare di seguire le mie pagine Facebook e Instagram

VI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Comments

  1. Nella mia lista di viaggi da sogno c’è un tour nelle città imperiali del Marocco e dormire in un riad sarà sicuramente un’esperienza che non mancherà.

    1. Dormire in un riad credo sia una delle esperienze che nella vita andrebbero fatte, già solo per la particolarità e la bellezza delle architetture 🙂

  2. Bellissime le foto dei riad ! le piastrelle colorate e l’atmosfera tranquilla che si vive non appena varcata la soglia. Fare colazione con il solo rumore delle fontanelle che sono immancabili in ogni cortile marocchino. Davvero una bella esperienza quella del riad per iniziare a tuffarsi nella cultura del luogo. Anche io ho voglia di tornare presto a Marrakech

    1. Hai ragione…il rumore dell’acqua così rilassante quando si fa colazione. Poi vabbè, la bellezza dei riad si commenta da sola

Lascia un commento

EnglishItalian