Cosa vedere a Nemi – Guida per una passeggiata perfetta

Se pensate di fare una passeggiata nella provincia a sud di Roma, nella zona dei Castelli Romani, non potete non visitare la bella Nemi. Situata nel cuore del Parco Regionale dei Castelli Romani, istituito nel 1984 dalla Regione Lazio a tutela delle bellezze paesaggistiche e archeologiche della zona. Nemi è una cittadina molto frequentata dai turisti che si recano ai Castelli Romani per una gita fuori Roma. In questo articolo ti spiego cosa vedere a Nemi e perché visitarla. 

Cosa vedere a Nemi

Erano anni che volevo tornarci

Abito in uno dei paesi limitrofi, Rocca di Papa, e forse complice la vicinanza non riuscivo a trovare un giorno da dedicargli. Scommetto che anche a voi capita. Capita di avere un luogo vicino casa che vorreste visitare o dove vorreste tornare ma pensate che, essendo così vicino, in fondo potete andarci quando volete. E così rimandate, rimandate e rimandate ogni volta. Io facevo così da anni con Nemi finché un caldissimo pomeriggio di agosto ho deciso di fare una passeggiata insieme a mia sorella (ok, il periodo – considerato il caldo – non era dei migliori). Arrivati a Nemi potete lasciare l’auto al parcheggio situato poco prima dell’ingresso alla zona pedonale.

Cosa vedere a Nemi: il borgo dei fiori e delle fragole

Le strade di sampietrini, i fiori, i negozi di prodotti enogastronomici locali. A Nemi, il borgo dei fiori e delle fragole, tutto sembra fotogenico. E poi c’è la splendida vista sul lago che vince su tutto. Quel lago che sin dai tempi più remoti è stato testimone di tante storie e vicende. Nemi domina l’omonimo lago e i verdi boschi circostanti dall’alto della sua costruzione. Questo insieme di case colorate, vicoli stretti e curati, strade acciottolate e sentieri vista lago vi regalerà una piacevole passeggiata. 

Terrazza degli Innamorati e Sentiero di San Michele

Devo dirvi la verità, stavolta non ho visitato chiese o siti archeologici, mi sono ripromessa di farlo in futuro ma ve ne parlerò comunque avendo avuto occasione di visitarli nelle mie innumerevoli visite a Nemi. Sicuramente da vedere la Terrazza degli Innamorati, un punto panoramico vista lago che lascia senza fiato. Percorrete il Sentiero di San Michele e assaporate la profonda pace che qui si respira circondati da alberi e fiori. Sulla terrazza un bar dove poter sorseggiare qualcosa di fresco o assaggiare le famose fragoline di Nemi

Terrazza degli Innamorati Nemi

Il Tempio di Diana Nemorense e il Museo delle Navi Romane a Nemi

Sulle sponde del sottostante lago si trovano due delle attrazioni principali della zona: una di queste è il Tempio di Diana Aricina o Nemorense, divinità romana protettrice dei boschi e della caccia. Il nome latino del borgo, “Nemus”, significa proprio bosco. Da non perdere poi il Museo delle Navi Romane. Nemi, il secondo paese più piccolo dei Castelli Romani, ha una lunga storia e divenne famoso per essere stato il luogo dove furono rinvenute due navi di epoca romana, appartenute all’imperatore Caligola.  

Delle navi, che hanno una storia molto particolare ve ne parlerò in un prossimo post interamente dedicato. Posso anticiparvi, però, che il loro recupero non fu affatto cosa facile e che durante la Seconda Guerra Mondiale un “misterioso” incendio distrusse il museo e le navi in esso conservate. Immaginate che peccato perdere qualcosa di così grande valore! Oggi nel museo sono conservate le copie 1:5 delle due navi romane e, nonostante si tratti di copie e non di originali, il museo vale comunque una visita. 

Cosa vedere a Nemi: il centro storico, i vicoli, la piazzetta 

Quello che adoro dei borghi e dei piccoli centri di provincia è il loro essere a misura d’uomo. Adoro di poter vagare tra i vicoli e le piazze. E la piazzetta di Nemi, su cui affaccia l’imponente Palazzo Ruspoli – di età medievale – è davvero graziosa! Vasi con fiori, tavolini e ombrelloni dei diversi bar dove sedere e assaggiare qualcosa di locale. Il centro storico fatte di vicoletti contornati da case colorate vale una visita, anche solo per immergersi nella vita di paese che con il progresso va via via scomparendo un pò ovunque ma che, in alcuni luoghi più che mai cerca di restare in vita. 

Cosa vedere a Nemi Castelli Romani

Cosa mangiare a Nemi: i prodotti locali

Quando si parla di Nemi non può non venire alla mente un prodotto: la fragolina, di cui è uno dei maggiori produttori della zona. E fidatevi se vi dico che la fragola viene usata in così tanti modi! Dalle marmellate (ovviamente) ai dolci, potete assaggiarla insieme al gelato in uno dei bar con vista lago. Ma non solo. Qui viene prodotto anche il famoso “fragolino”, un liquore dolce ottenuto dall’unione delle fragole con alcool e zucchero. 

Fragoline di Nemi con gelato

Alla fragola viene dedicata anche una sagra che si svolge ogni anno durante il primo fine settimana di giugno. In occasione della Sagra della Fragola il paese è in festa: gli abitanti vestono abiti tradizionali e si possono assaggiare tante specialità di Nemi e dei Castelli Romani. Sicuramente la sagra è un’occasione davvero unica di visitare il paese rappresentando le sagre stesse un modo di immergersi nelle tradizioni di un luogo. 

Se il mio articolo su cosa vedere a Nemi ti è stato utile condividilo con altri viaggiatori! Io ti aspetto sui canali social Facebook, Instagram e Pinterest

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: 

Comments

    1. Ciao Nicoletta, sai che lo conosco poco anch’io? Sicuramente questo momento è ottimo per dedicarsi di più a cosa c’è “vicino casa”

  1. Mi piacerebbe molto vedere la terrazza degli innamorati per scattare qualche foto al lago. La tua foto mi ha fatto venire voglia di provare la cialda con le fragoline e panna. 😋

Lascia un commento