Bruges in un giorno – La bella cittadina belga che sa far innamorare

Avete voglia di scoprire un luogo in Europa che sappia di favola? Allora Bruges fa al caso vostro! Incastonata nel cuore delle Fiandre, come fosse il suo gioiello più bello, questa cittadina è la meta più ambita dell’intero Belgio. Scopriamo insieme cosa vedere a Bruges in un giorno!

Bruges patrimonio Unesco

Bruges è stata riconosciuta dal 2000 Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Il perché è semplice. Le case, le chiese, le torri, i campanili, le piazze, tutto perfettamente conservato, offrono una precisa idea di come si vivesse a Bruges nel Medioevo. E di come questa cittadina, quando era una delle città più importanti dal punto di vista commerciale grazie al porto, si presentasse agli occhi di chi vi si recava.

La Venezia del nord

Tipicamente nordica con le sue particolari architetture tutte medievali Bruges è denominata la Venezia del Nord per la sua disposizione lungo il corso di numerosi canali che la attraversano. Su questi si affacciano le tante abitazioni e i magazzini, a testimonianza di come i suoi canali venissero un tempo utilizzati per i traffici commerciali. Le case che sembrano nuove possono ingannare perché sono tutte ristrutturate ma si tratta realmente di costruzioni medievali, tra le migliori conservate in Europa.

Ogni palazzo, ogni chiesa, stradina o piazza a Bruges sembra riportare indietro nel tempo. Ma soprattutto regala la sensazione di trovarsi davvero in un luogo fiabesco. Estremamente romantica, è perfetta per una passeggiata di coppia alla scoperta dei tanti ponti e vicoli che la caratterizzano. ​

​Bruges in un giorno: cosa vedere

Proprio dall’antico belga “ponte” (Brugga) deriva il nome di questa splendida cittadina che può in qualche modo ricordare città come Amsterdam, ma da queste si discosta per la tranquillità e l’atmosfera di irreale che si respira passeggiando lungo le sue vie lastricate e i suoi vicoli acciottolati. Ma non credete che Bruges sia solo per coppie o romantici! Io la consiglio a chiunque voglia vedere qualcosa di completamente diverso in Europa rispetto alle classiche destinazioni. Legatela ad una visita nella città di Bruxelles. 

Camminare…e tanto

Innanzitutto, però, dimenticate il “non mi va di camminare”. A Bruges si cammina, eccome. Che senso avrebbe, altrimenti, visitarla senza viverla? I due modi migliori di visitarla e poterla fotografare nei suoi angoli più belli sono a piedi o con una gita in barca tra i suoi canali più belli (se non sbaglio il costo era di 8€ a persona). ​Arrivati alla stazione principale (i treni da Bruxelles partono dalla Gare du Midi ogni 30 minuti ed impiegano 1 ora per arrivare) si può prendere l’autobus che porta direttamente in Grote Markt (la Piazza del Mercato) in appena 10 minuti, oppure iniziare la visita a piedi partendo dall’inizio della Zuidzandstraat che porta, se la si segue senza svoltare, alla piazza principale della cittadina. ​​

Grote Markt: il cuore di Bruges

Cuore pulsante di Bruges, questa piazza è il centro del turismo, e proprio qui si trovano numerosi bar, ristoranti, negozi di souvenir. E’ una delle parti più belle dell’intera città per le sue architetture, come la Torre Belfort, sulla quale si può salire per avere una vista panoramica e dall’alto, o le case delle diverse corporazioni che danno, con i tetti appuntiti e le facciate di mattoni dipinti, un tocco di colore e di allegria. Potete scegliere se salire sulla Torre Belfort, alta circa 83 m, e raggiungere la sua sommità (dove si trova un carillon manuale che aziona il meccanismo di 47 campane!) usando una stretta scalinata di 366 gradini, pagando un ingresso di €10.

Bruges in un giorno

Bruges in un giorno

​La Torre Belfort, Piazza Burg e la Basilica del Sacro Sangue

Potete scegliere se salire sulla Torre Belfort, alta circa 83 m, e raggiungere la sua sommità (dove si trova un carillon manuale che aziona il meccanismo di 47 campane!) usando una stretta scalinata di 366 gradini e pagando un ingresso di €10.  Bella Piazza Burg, dove potete ammirare il Palazzo Reale, caratterizzato da decorazioni color oro e vetrate finemente lavorate, o la Basilica del Sacro Sangue. Attraversando l’arco inserito nel Palazzo Reale verrete indirizzati verso uno dei primi scorci sui canali e da lì nelle piccola piazza “Huidenvettersplein” dove troverete ristoranti per una pausa pranzo.

Casa Perez de Malvenda, il luogo più fotografato di Bruges, e Minnewater Park

Uscendo dalla piazza si arriva in uno degli scorci più belli dell’intera Bruges, il panorama sulla Casa Perez de Malvenda, su Rozenhoedkaai. ​Da qui si può prendere il battello e lasciarsi trasportare lungo i magici canali da cui poter fotografare Bruges da un altro punto di vista, quello dell’acqua su cui si rispecchiano gli edifici nella loro bellezza, come una donna vanitosa di fronte ad uno specchio. Il battello vi porterà fino al Minnewater Park, il “Parco dell’amore” dove tanti cigni vi aspettano per farsi fotografare nel loro habitat. ​

Tra le altre cose da vedere a Bruges il convento proprio accanto al laghetto e la Chiesa di Nostra Signora dalla splendida architettura duecentesca.

Lasciatevi rapire da questa magica città che saprà sorprendervi! ​E non dimenticate di seguire le mie pagine Facebook e Instagram!

POTREBBE INTERESSARVI ANCHE: 

 

Comments

    1. Che bello! Io avrei voluto fare un on the road in Belgio ma alla fine ho visitato Bruxelles e Bruges l’ho fatta in giornata 🙂

Lascia un commento

EnglishItalian