Cosa vedere a Verdun

Il mio viaggio in macchina in Francia mi ha portato in uno dei posti più interessanti in cui sono stata. Sto parlando della cittadina di Verdun, nella regione della Lorena. In questo articolo vi parlo proprio di cosa vedere a Verdun
Fondata dai Galli, centro tra i più importanti del Sacro Romano Impero di Carlo Magno, Verdun è conosciuta per essere stato il luogo di una delle battaglie più sanguinolente della prima guerra mondiale. Fu proprio qui che nel 1916 la battaglia durò 11 mesi e morirono circa un milione di soldati.

Verdun è uno di quei posti che lascia una forte suggestione, una sensazione di vuoto, di impotenza. Vedere Verdun significa fare un tuffo indietro nella storia, in un territorio massacrato letteralmente dai bombardamenti e dalle battaglie. I segni della guerra sono visibili ovunque: nella cittadina e i suoi monumenti, nei paesi circostanti, alcuni dei quali completamente distrutti ed oggi inesistenti. Si vedono le ferite della guerra nella cittadella sotterranea e nelle trincee. Nei monumenti ai caduti e nel territorio che sembra assomigliare a quello lunare, così deformato com’è.

Cosa vedere a Verdun e perché visitarla

E’ una meta sicuramente consigliata agli appassionati di storia e di guerra ma io la consiglio vivamente a tutti.
Iniziamo il giro turistico proprio dalla cittadina stessa, dove possiamo ammirare la cittadella sotterranea, il monumento alla Vittoria e ai soldati di Verdun, la torre Chaussée, la chiesa di Notre Dame.

Cosa vedere a Verdun

La cittadella sotterranea di Verdun

La cittadella sotterranea di Verdun ha svolto un ruolo importante durante la battaglia del 1916, fornendo riparo a più di 2000 uomini ed essendo il luogo che andò a sostituire la cittadina in superficie. Infatti nella cittadella sotterranea vi erano depositi di polvere da sparo, depositi di munizioni, panetterie, cucine. Tutto ciò che poteva permettere una vita “quotidiana” nonostante la guerra.

Questa è visitabile e viene percorsa in un tempo di 30 minuti su dei vagoncini elettrici che si snodano tra le gallerie. Vi sono ricostruzioni animate della vita dei soldati ed una riproduzione della scelta del milite ignoto che sarà deposto sotto l’Arco di Trionfo a Parigi. Sapete che il corpo del milite ignoto fu scelto proprio a Verdun il 10 novembre 1920?

La temperatura dentro le gallerie è bassa, circa di 7° costanti, quindi è consigliabile vestirsi pesanti. Uscirete da questa esperienza sicuramente arricchiti. Alla fine del percorso un piccolo museo in cui si possono ammirare le diverse divise dell’epoca, oggetti appartenuti ai soldati, scarpe, occhiali, armi. Molto suggestivo.

Monumenti commemorativi ai soldati di Verdun 

Diversi sono poi i monumenti commemorativi per i soldati morti durante la prima guerra mondiale qui a Verdun. Un esempio è quello dedicato alla Vittoria e ai soldati stessi. Inaugurato nel 1929, questo ospita l’elenco dei nomi dei soldati che hanno perso la vita e a cui è stata conferita una medaglia. Questo monumento si trova sulla sommità di una scalinata di circa 70 grandini. E’ alto 30 metri e presenta in alto la figura di un guerriero con una spada e lo sguardo rivolto verso est.
La cittadina è molto carina da visitare, con i suoi ponti sul fiume Mosa, i suoi negozietti e la sua tranquillità quasi solenne. ​

Cosa vedere a VerdunCosa vedere nei dintorni di Verdun

Nei dintorni di Verdun molti sono i monumenti da vedere. Un esempio? La Trincea delle Baionette,un memoriale voluto da un mecenate americano a ricordo dei soldati della fanteria francese seppelliti da una frana provocata da cannoni tedeschi. Altro esempio è l’Ossaire de Douaumont, un imponente sacrario dove sono seppelliti più di 130.000 soldati francesi e tedeschi.

Aperto a metà anni ’30, è particolare per la forma che ricorda l’impugnatura di una spada saldamente conficcata in territorio francese. A simboleggiare come fosse ormai inutilizzabile per provocare ulteriori stragi come quella ricordata dal sacrario stesso. Troviamo poi Fort Douaumont, un forte preso dall’artiglieria tedesca, ma riconquistato presto dai francesi. Qui si trovano ancora un cannone da 155mm e attrezzature originali dell’epoca. Impressionante, infine, il paesino scomparso di Fleury-devant-Douaumont, dove delle colonnine con informazioni scritte indicano l’antica presenza di un tabaccaio, di una tipografia e così via.

Sicuramente sono posti che lasciano scioccati di fronte all’orrore della crudeltà dell’uomo verso i suoi simili. Se capitate da quelle parti fermatevi!

Cosa vedere a Verdun

Cosa vedere a Verdun

Sai che puoi seguire le mie pagine social per restare sempre aggiornato sulle prossime avventure e i prossimi articoli? Ci vediamo su Facebook, Pinterest e Instagram!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Comments

    1. Io capitai da quelle parti perché ero in viaggio con una ragazza francese che mi portò a vedere la zona dove da sempre vive la sua famiglia. È stato sicuramente interessante, non ci sarei arrivata neanche io altrimenti ahah

Lascia un commento

EnglishItalian