Spiaggia di Cofete: visitare la spiaggia più bella di Fuerteventura

Avete mai sentito parlare della spiaggia di Cofete? Fuerteventura è un’isola ricca di splendide spiagge dove sdraiarsi a crogiolarsi al sole cullati dal solo rumore dell’oceano. Ma c’è una spiaggia che più di tutte rientra tra le mie preferite: la spiaggia di Cofete appunto. Nascosta e quasi abbracciata dalla catena montuosa di Jandia, dove si erge la vetta più alta dell’isola con i suoi 807 metri, la spiaggia di Cofete è un luogo selvaggio e quasi incontaminato. In questo articolo vi spiego perché dovreste visitare Cofete, come raggiungerla e cosa portare con voi per un’escursione perfetta. 

spiaggia di Cofete Fuerteventura

Perchè visitare la spiaggia di Cofete a Fuerteventura

Durante il vostro viaggio a Fuerteventura vi renderete conto di come la natura qui la fa da padrona. Gli splendidi paesaggi delle Dune di Corralejo, le scogliere a picco di El Cotillo, l’entroterra e il parco di Betancuria. Nonostante sia un’isola molto frequentata vi ritroverete spesso a dividere quei paesaggi quasi sconfinati con pochissime persone, se non addirittura da soli. E Cofete rientra di diritto tra i paesaggi più belli che ho visto non solo a Fuerteventura ma in generale durante i miei viaggi. 

Ho avuto la fortuna di visitarla due volte, la prima durante il mio viaggio del 2015. Era la prima volta per me sull’isola di Fuerteventura e, in generale, alle Canarie e dirvi che sono rimasta completamente affascinata da questo angolo di paradiso che è Cofete è sicuramente poco. Questa spiaggia mi ha letteralmente stregata e sognavo di poterci tornare un giorno. L’energia che avevo sentito la mia prima volta qui non l’avevo mai sentita prima in nessun altro luogo. Per questo definisco la spiaggia di Cofete come il mio posto preferito al mondo. E in occasione della mia seconda volta a Fuerteventura (dove sono rimasta per ben cinque mesi in piena pandemia) potevo non tornarci? Selvaggia, solitaria, potente. Così possiamo descriverla.

La spiaggia di Cofete: dove si trova e come raggiungerla 

Raggiungere la spiaggia di Cofete, situata nell’estremo sud di Fuerteventura, non è semplice. Per questo è spesso quasi deserta anche in alta stagione. Situata a circa un’ora di macchina da Morro Jable, il centro più vicino, richiede una certa dose di “pazienza” perché la strada per circa 10 km diventa sterrata, stretta e priva di protezioni. La strada panoramica che porta a Cofete regala senza dubbio una vista sull’oceano pazzesca e raggiunto il belvedere, da cui inizia la strada in discesa verso la spiaggia, capirete perché vale la pena vederla. 

Pensate che l’ultima volta che ci sono stata tirava talmente tanto vento al belvedere che era quasi impossibile scendere dalla macchina. Ma almeno in spiaggia vi era un vento più che accettabile. 

La catena montuosa di Jandia 

La catena montuosa di Jandia fa da cornice a questa spiaggia lunga ben 13km che con la sua sabbia dorata è un angolo ancora selvaggio di Fuerteventura (grazie soprattutto al fatto che la maggior parte dei turisti sceglie di evitare tanta strada e quindi di non visitarla). Si tratta di una delle spiagge più estese ed isolate delle Isole Canarie e spero conservi questo suo lato selvaggio il più a lungo possibile. 

Cosa vedere a Cofete

Il centro di Cofete è costituito da poche case dove vivono poco più di venti persone. C’è un piccolo ristorante dove mangiare prodotti locali, un cimitero semi-abbandonato accanto alla spiaggia e un parcheggio dove lasciare l’auto. Scordatevi stabilimenti. Ombrelloni o lettini. Qui a Cofete non troverete le comodità di una spiaggia attrezzata. È molto sconsigliato fare il bagno a causa delle forti correnti della zona. Attenzione perché non vi sono bagnini e può davvero essere pericoloso. Con l’oceano è meglio non giocare. 

La passeggiata fino a El Islote

Lasciata l’auto al parcheggio vi consiglio di incamminarvi verso destra, in direzione El Islote. Si tratta di un isolotto legato alla spiaggia da una striscia di sabbia più o meno sottile in base alla marea. Un luogo magico da cui osservare le montagne imponenti che incorniciano la spiaggia e la costa selvaggia in direzione nord. Per raggiungere l’isolotto dal parcheggio si impiega circa un’ora. Considerate però il vento (Cofete è sempre abbastanza ventosa), quindi può essere piuttosto faticoso passeggiare col vento contro.

Sono sicura, però, che resterete ammaliati anche voi dalla potenza della natura che nella spiaggia di Cofete trova secondo me una delle sue più belle espressioni. 

La misteriosa Villa Winter 

Nei pressi della spiaggia si trova la misteriosa Villa Winter, costruita negli anni ’40 del 1900. Perché misteriosa? Perché sono numerose leggende legate alla villa, come quella che racconta che fu rifugio per la Gestapo durante la Seconda Guerra Mondiale. Oggi è un museo ma è visitabile soltanto quando il proprietario decide di aprire le sue porte per raccontare – in spagnolo – aneddoti e storie ad essa legate. 

Consigli utili su cosa portare con sé per un’escursione alla spiaggia di Cofete

Qualche consiglio che può tornarvi utile per un’escursione alla spiaggia di Cofete: 

  • se venite dal nord dell’isola mi raccomando di partire presto al mattino per arrivare in spiaggia ad un orario decente (partendo, ad esempio, da Corralejo si impiegano circa 2 ore e mezza/3 ore); 
  • portate con voi scorta di acqua e pranzo al sacco da consumare in spiaggia – anche se non è comodo mangiare in spiaggia perché piuttosto ventosa (ovviamente non lasciate rifiuti in spiaggia);
  • portate con voi uno zaino, una felpa leggera, crema solare – il sole picchia – e qualcosa che potrebbe tornarvi utile per coprire le orecchie in caso di forte vento (potrebbe darvi fastidio se ne soffrite); 
  • ovviamente un costume. È pericoloso fare il bagno ma si può sempre prendere il sole;
  • se preferite faticare di meno per raggiungere El Islote organizzate la vostra visita con la bassa marea in modo da poter camminare sul bagnasciuga dove la sabbia è più compatta. Al contrario con l’alta marea dovreste camminare sulla sabbia asciutta e sarebbe più stancante raggiungerlo. Io l’ho visitata in entrambi i casi e devo dire che con l’alta marea la striscia di sabbia che unisce l’isolotto alla spiaggia è molto più stretta e, secondo me, più affascinante. 

Infine, dimenticate le stories su Instagram. Sulla spiaggia di Cofete il cellulare non prende. Un’occasione per una full-immersion nella natura senza distrazioni. E mi raccomando…non lasciate segni del vostro passaggio se non impronte sulla sabbia. 

Se questo articolo ti è stato utile condividilo sui social con i tuoi amici! Io ti aspetto sulle mie pagine Facebook, Instagram e Pinterest

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: 

Lascia un commento

error: Content is protected !!