Cosa vedere a Budapest in tre giorni

Reading Time: 8 minutes

Cosa vedere a Budapest in tre giorni? Te lo spiego subito!

Che Budapest, capitale dell’Ungheria, sia una delle città più belle d’Europa ormai lo credono in molti. Io me ne sono praticamente innamorata. E per questo sono tornata a Budapest ben quattro volte! Questa città, una delle più gettonate in quanto a viaggi nelle capitali europee, sa restare davvero nel cuore per molti motivi. Alcuni? L’arte, l’architettura, l’atmosfera che si respira passeggiando per le sue vie, la parte antica “Buda”  e quella moderna, “Pest”.

Iniziamo col dire che questa città è bella sempre. L’ho vista in inverno, primavera ed estate. L’ho vista quando le aiuole sono piene di fiori e colori, quando c’è il sole che rende piacevolissime le passeggiate lungo il Danubio. Ma l’ho vista anche in inverno. Durante una tempesta di neve. Con la nebbia che non si vedeva ad un metro. L’ho vista in tutte le salse praticamente, e tornerei altre mille volte tant’è bella! È attraversata dal Danubio, quel fiume che la rende ancor più bella e dà quel tocco di malinconia romantica alla città. Sai che il Danubio è il fiume navigabile più lungo d’Europa, considerato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco?

Cosa vedere a Budapest in tre giorni: La storia.

Budapest è una città ricchissima di storia, tanto che le prime notizie di insediamenti in quest’area risalgono al 1° secolo a.C. In quel periodo era occupata da popolazioni celtiche e successivamente divenne sede di un accampamento romano, Aquincum. Volendo potete anche visitarlo, si trova nell’attuale periferia di Budapest, nella zona di Obuda.

La città, divisa in due parti (Buda e Pest) ed unificata solo nel 1867 per volere del governo autonomo ungherese, fu assoggettata da diversi poteri. Da quello turco a quello asburgico, fino ad arrivare ad una indipendenza e ad essere considerata un’unica entità. Durante la Seconda Guerra Mondiale è stata una delle città da cui furono deportati numerosi ebrei nei campi di sterminio (circa 250.000). Nonostante questo resta oggi la città con il più grande nucleo di cittadini di origine ebraica (è a Budapest che si trova la seconda sinagoga più grande del mondo).

Assoggettata dalla Russia Sovietica fu centro di numerose rivolte poi represse. Con la caduta del governo comunista divenne la città che fece da apripista per gli altri ex paesi sovietici nei rapporti con l’Occidente Europeo. A proposito di governo comunista, sapete che a Budapest potete visitare il Parco delle Statue? Questo parco fu aperto a fine anni ’80 con il crollo delle dittature comuniste e al suo interno potrete osservare statue e testimonianze della vita sotto il regime. Le statue erano dapprima dislocate nelle strade e piuttosto che distruggerle si scelse di conservarle in un museo a monito di questo triste periodo sotto dittatura. 

Tutta la storia di Budapest è ben visibile nelle sue architetture, che la rendono una delle città più eclettiche d’Europa. I suoi monumenti, palazzi e parchi riflettono esattamente millenni di storia. Dai resti di accampamenti romani, alla Sinagoga più grande d’Europa fino ad arrivare allo stile classico del Museo Nazionale Ungherese. Oppure all’architettura gotica del Castello e neogotica del Parlamento, che si uniscono allo stile tipico dell’Art Nouveau di palazzi e abitazioni. Difficile davvero non restare affascinati da questa città ricca di angoli da scoprire! 

Cosa vedere a Budapest in tre giorni: Le attrazioni.

Tante sono le attrazioni da visitare a Budapest. Il mio consiglio è sicuramente quello di visitare la parte “vecchia” e quella “nuova” separatamente. Dedicate una giornata a Buda ed una a Pest.

Cosa vedere a Buda:

Dalla parte di Buda si innalza la collina dove sorgono il grande Castello, la Chiesa di San Mattia e il Bastione dei Pescatori.

Iniziamo da quello che io reputo una delle cose più affascinanti di Budapest: la Chiesa di San Mattia, dedicata al Re Mattia Corvino ma consacrata alla Madonna, uno degli esempi migliori di neogotico. Bellissima la facciata bianca ricca di decorazioni, dai grandi portali che permettono l’ingresso nella parte interna, e l’alta torre con i pinnacoli e le tegole colorate.

La Chiesa di Mattia sorge nella Piazza dove è situato il Bastione dei Pescatori. Questo luogo è così chiamato per l’armata composta da pescatori posta a difesa delle mura nel Medioevo. Il Bastione è un complesso di 7 torri, gallerie, finestre racchiuse entro colonne e terrazze che affacciano sulla città. La vista di cui si gode da quassù è magnifica! Si ha una panoramica su Pest, sul Danubio, sull’Isola Margherita e il Ponte delle Catene.

Se vi state chiedendo cosa sia l’Isola Margherita ve lo spiego subito. Si tratta di un’isola nel bel mezzo del fiume raggiungibile tramite due ponti e percorribile sia a piedi, sia utilizzando mezzi come il risciò. Per raggiungerla potete usare il tram n° 4 oppure l’autobus n° 26. Fermano proprio di fronte l’ingresso dell’isola, sul ponte.

Il Ponte delle Catene, invece, è il ponte più famoso di Budapest. Anch’esso in stile neogotico presenta delle statue di leoni poste alle due estremità. Bello soprattutto quando di notte è illuminato. Mi raccomando se siete a Budapest concedetevi una passeggiata sul ponte. Io lo adoro. 

Cosa vedere a Budapest in tre giorni

Cosa vedere a Budapest in tre giorni

Cosa vedere a Budapest in tre giorni

Per raggiungere la zona del Castello, ci sono diversi modi: 
partendo da Buda, prendendo l’autobus 16 / 16A o 116 dalla piazza Széll Kàlmàn Tér, raggiungibile con la metro rossa;
partendo da Pest, dalla piazza Deàk Ferenc Tér, con l’autobus n° 16. Gli autobus non fermano soltanto di fronte al Castello, ma di fronte a tutte le attrazioni della zona. Vi consiglio di scendere alla Chiesa di Mattia e di girare a piedi.
Altro modo per raggiungere la collina è usando la funicolare, un gioiellino del 1870, partendo da Clark Adàm Tér, la piazza antistante il Ponte delle Catene, attiva dalle 7:30 alle 22. Costo 1200 Ft, circa 4€.
Se vi piace camminare, però, potete utilizzare  la passeggiata tutta salite e gradini. Io l’ho fatta col ghiaccio, mai più!

Cosa vedere a Budapest in tre giorni

Cosa vedere a Budapest in tre giorni

Il Castello di Buda, patrimonio dell’umanità dell’Unesco, fu usato dai re ungheresi come residenza e venne costruito sulla collina in stile barocco. Della parte più antica, medievale, vi sono dei resti ancora visibili. Nel complesso si trovano diversi musei come la Galleria Nazionale Ungherese e il Museo Storico di Budapest. ​All’interno del cortile del Castello vi è la cosiddetta Fontana di Mattia, una fontana monumentale di fine ‘800 molto bella. Questa racconta la storia di Ilona, ragazza che si innamorò di Mattia Corvino ignorando questo fosse un re e che, ricambiata dal re, ritenendosi indegna di tale amore morì di crepacuore.

Cosa vedere a Budapest in tre giorni: Pest

Spostandoci nella zona di Pest sicuramente la prima cosa che si desidera vedere è il Parlamento, il terzo più grande del mondo, in stile neogotico. Questo ricorda lo stile fiorentino con la sua grande cupola e il palazzo di Westminster a Londra. Come questo ha un forte sviluppo orizzontale, con i suoi 268 metri di lunghezza e 123 di larghezza e la sua architettura neogotica è compensata con l’inserimento di elementi in altri stili, fra cui quello italiano. E’ visitabile internamente e la visita guidata, effettuata dalle impiegate del Parlamento, dura circa 1 ora. ​Vicino al Parlamento si trova la suggestiva opera “Le Scarpe della Memoria”

Spostiamoci ora nella Piazza degli Eroi, una delle piazze principali di Budapest, situata vicino al parco comunale Varosliget. Questa piazza è ricca di cenni storici, come testimonia il Monumento del Millenario al centro della Piazza in cui sono rappresentati i 7 capi delle tribù che fondarono, nel IX secolo, l’Ungheria, e le statue di statisti e condottieri rappresentati sotto le arcate delle ali semicircolari.

Cosa vedere a Budapest in tre giorni: Il mercato coperto 

Particolare è il mercato coperto, il più grande ed antico di Budapest, situato in Viale Vámház körút 1-3, particolare per i numerosi prodotti che si trovano a buon mercato, dal pesce ai prodotti alimentari in generale, fino a prodotti artigianali. ​
Ai lati della piazza la Galleria Mucsarnok e il Museo di Belle Arti (quando ci sono stata io un cartello indicava la chiusura per restauri fino al 2018, non so se è cambiato qualcosa, magari hanno accelerato i lavori).

Il Parco Varosliget:

Vicino a Piazza degli Eroi, il Parco Varosliget. Un parco molto bello dove d’inverno viene istallata una grande pista di pattinaggio sul ghiaccio. All’interno del parco diverse attrazioni, tra cui il giardino botanico e lo zoo, i Bagni Szechenyi (i bagni termali più grandi d’Europa) e il Castello Vajdahunyad, una copia di un castello situato in Transilvania, costruito in origine di legno, ma successivamente, tra fine ‘800 e inizi ‘900 in pietra e mattoni. Oggi ospita il Museo Agricolo ed è molto bello per la mescolanza di diversi stili architettonici, come il romanico, il gotico, il rinascimentale e il barocco. ​

Per raggiungere Piazza degli Eroi Metro Linea 1 (Gialla), fermata Hosok Tére. Da lì, attraversando il ponte che si trova alle spalle della piazza, potete passeggiare nel parco a vostro piacimento.

Centro di Budapest è senza dubbio Vorosmarty Ter (ora, Maggio 2019, in risistemazione), una grande piazza su cui affacciano numerosi negozi e ristoranti. Da Vorosmarty Ter (dove si trova Gerbeaud, la più antica pasticceria di Budapest – da provare ASSOLUTAMENTE!), parte Vaci Utca, la via dello shopping, una delle vie principali della città. 

Non potete andar via da Budapest senza aver visto la Basilica di Santo Stefano! Questa bellissima basilica può essere visitata all’interno gratuitamente, altrimenti potete salire sul Belvedere per vedere la città dall’alto pagando un biglietto di ingresso di 500 Huf (circa 1,50).

Cosa vedere a Budapest in tre giorni

Se state cercando una città per la vostra vacanza, senza dubbio Budapest vale la pena di essere vista!

Se il mio articolo su cosa vedere a Budapest in tre giorni ti è stato utile lascia un commento! E non dimenticarti di iscriverti alle mie pagine social per non perderti le foto dei miei viaggi: Instagram, Facebook e Pinterest

VI POTREBBE INTERESSARE: Budapest – Le Scarpe della Memoria  /  Budapest Card, conviene? Esplorare risparmiando! 

Comments

  1. Ciao Viola! Sì, l’ho trovato molto utile. Ho visto che anche tu sei stata in inverno: io ci stavo facendo un pensierino per i mercatini di Natale. Secondo te è abbordabile come temperatura e ne consiglieresti la visita in questo periodo?

    1. La prima volta che sono stata a Budapest è stato proprio per i mercatini di Natale. L’ho trovata adorabile! Certo va considerato che è un paese dell’est Europa e che il clima insomma è quello che è a Dicembre. Fa sicuramente freddo ma si resiste tant’è bella! Dipende da molti fattori, dipende dalle condizioni meteo che effettivamente troverai. Se insomma piove tutto il giorno e magari c’è nebbia non riesci a vedere molto. È difficile saperlo prima 🙂

  2. Certo che vedere Budapest con la neve, deve avere un certo impatto! Quando andai io era un’estate torrida, pensa che nel primo pomeriggio rimanevamo in hotel per non soffrire troppo!

Lascia un commento

EnglishItalian